lunedì 16 agosto 2010

Anche Windows Phone 7 sara' un successo clamoroso...

...l'avevo previsto per l'iPad qui e qui, non che fosse difficile prevederlo, ma di sicuro non era questa l'opinione piu' diffusa tra i fan della Mela che erano un po' critici inizialmente, considerandolo semplicemente un iPod touch sotto steroidi...

Ma veniamo a Windows Phone 7: non c'e' storia, si lasciera' iPhone e Android alle spalle.

Tanto Windows Mobile 6.x era inadatto all'uso sui telefoni, tanto Windows Phone 7 e' invece adatto.
La qualita' del prodotto nel suo insieme e' stellare, e parlo non solo del prodotto in se' ma dell'intero ecosistema che include ovviamente strumenti e comunity per gli sviluppatori, coinvolgimento dei partner OEM etc..

Se pensate che per i PC Windows 7 sia stato un salto in avanti rispetto ai suoi precedessori... beh WP7 e' un salto triplo-avvitato-carpiato-fatapatatato rispetto a WM6.x.

Rispetto ad iPhone ed Android qualcuno potrebbe pensare che arrivera' troppo tardi e con troppe lacune... ma:

 - il mercato smartphone ha un'inerzia che e' praticamente nulla, cambiare tipo di terminale e' un'operazione piuttosto banale, solo chi ha sottoscritto contratti capestro di 2 anni e' bloccato (ma lo e' a prescindere da WP7).

 - le lacune di cui finora si incolpa WP7 (che sono sostanzialemnte due: mancanza di multitasking "vero" e mancanza di copia&incolla) sono venali, perche' di fatto il multitasking c'e' anche se non e' "totale" e per il copia&incolla staremo a vedere se davvero e' una carenza.

Anzi, il multitasking cosi' com'e' ora e' persino meglio del multitasking "vero" perche' garantisce davvero di non avere grattacapi con applicazioni che si mangiano ram o cpu quando sono in background.

Per il resto la qualita' del prodotto e' talmente superiore ad Android e iOS 4 che mi sembra quasi superfluo andare nei dattagli del perche'... basta guardarsi questa applicazione demo di Microsoft per rendersi conto dell'impari confronto con la concorrenza.

Senza considerare aspetti come Zune pass (anche se Apple tentera' di correre ai ripari al piu' presto) e l'integrazione con Xbox che sono completamente assenti sui dispositivi concorrenti.

Inoltre, a differenza di Android, la gamma di telefoni disponibili sin dal giorno uno sara' clamorosa in termini di quantita' e soprattutto di qualita'. Per Android c'e' voluto molto tempo per vedere dei dispositivi hardware interessanti, per WP7 ci sara' solo l'imbarazzo della scelta.

E a differenza di iPhone ci sara' appunto scelta, si potranno avere dispotivi solo touch oppure con tastiera fisica e con qualita' diverse su caratteritiche come la videocamera etc.

iPhone fara' la fine del Mac... ovvero una fetta di mercato secondaria (probailmente meglio del Mac nel senso che sta' sul 10-15%) mentre WP7 raggiungera' entro fine 2011 Android per poi superarlo una volta e per tutte (convinti che Google possa migliorare Android a velocita' superiore a quanto possa fare MS con WP7? Provate a chiedervi come mai il miglior prodotto di Google, ovvero il motore di ricerca, stia iniziando a copiare da Bing... e poi provate a pensare al fatto che oggi WP7 e' gia' ampiamente avanti ad Android...)

In questo scenario come si collochera' Nokia? Mah... per ora vive ancora di fama dovuta al passato, sta tentando di rientrare nel mercato smartphone del futuro con la nuova piattaforma MeeGo e forse riuscira' pure a collocarsi dietro a WP7 e Android, ma dubito possa davvero competere per i primi due posti. Ma con Nokia mai dire mai... del resto e' ancora "misteriosamente" al numero uno nonostante la sua offerta sia inferiore alla concorrenza ed abbia dovuto ricorrere a rimedi, che sanno tanto di acqua alla gola, come regalare le mappe per cercare di non perdere troppi clienti.

19 commenti:

  1. Wow O_O

    Lo spero vivamente che sia un successo anche perchè per la maggioranza delle persone (che di solito capiscono poco e nulla di tecnologia) smartphone = iPhone e le vendite fin'ora dimostrano ciò, anche se Android tomo tomo cacchio cacchio stà continuando ad andare avanti bene.

    Per riuscire nell'impresa ci vorranno essenzialmente due cose:

    1) terminali con varia scelta (e questo non dovrebbe essere un problema)

    2) una buona quantità di applicazioni disponibili fin da subito con alcune app "killer" che tentino di portare quante più persone possibili ad acquistare sia l'app che il telefono stesso

    RispondiElimina
  2. D'accordo sulla maggior parte dei punti ed anch'io spero che WP7 sarà un successo. :)

    Tuttavia, dichiarare che l'assenza di multitasking e di copia/incolla siano problemi "veniali" mi suona molto da apologista Apple (che fino al fatidico update continuavano a ripetere che fossero funzionalità inutili o, anzi, che la loro assenza fosse positiva). Quindi direi di non prenderci in giro: multitasking e copia/incolla sono fondamentali e spero che vengano introdotte con un aggiornamento non troppo in là.

    Per il resto, l'applicazione del Golf è finora soltanto un esempio che sicuramente non determina il successo della piattaforma. C'è solo da sperare che MS non incasini anche questo prodotto... e sarà un successo. :)
    (Io lo compro al 100% appena esce, ma questo è un altro punto).

    RispondiElimina
  3. Lck, fammi qualche esempio di applicazione che necessita del multitasking "reale", cosi' capiamo perche' secondo te non e' una mancanza vaniale.

    Ovvio che l'applicazione Golf non determina il successo... e' la qualita' che sta sotto a quell'applicazione che e' il motivo per credere nel successo della piattaforma ;)

    RispondiElimina
  4. ...aggiungo che trovo molto grave invece la mancanza su iPhone di un sistema di notifiche realmente valido, quello esistente e' limitato ed estremamente invadente per l'utente.

    RispondiElimina
  5. Per quanto riguarda il copia&incolla, in 3 anni di Blackberry, l'unico caso nel quale lo uso e' quando ricevo una chiamata da un numero non in rubrica e voglio aggiungerlo ad un contatto esistente.

    Anche in questo caso vorrei, Lck, qualche esempio di necessita' del copia&incolla.

    RispondiElimina
  6. ed ecco un perfetto esempio del perche' su una nuova piattaforma e' meglio non avere il multitasking "vero"

    http://wildermuth.com/2010/08/16/What_I_learned_about_Windows_Phone_7_from_Android

    difficile trovare argomenti contro ;)

    RispondiElimina
  7. @Enrico: beh, il multitasking "reale" alla fin fin non è esattamente fondamentale a causa della modalità d'interazione che si ha con le applicazioni di un cellulare (che è intrinsecamente singletasking). Tuttavia, il "tombstoning" per come è implementato ora (credo sia funzionalmente equivalente a quello del iOS3), rende piuttosto difficile conservare lo stato dell'applicazione quando si salta dall'una alla prossima. La cosa potrebbe essere resa ancora più evidente dal fatto che col tasto "back" previsto in WP7 ci si trovi più volte a tornare ad applicazioni che nel frattempo hanno perso i dati con i quali si stava lavorando (una cosa che ho sempre odiato del iPod touch e che lo rende molto legnoso come interazione). E' più una mancanza potenziale nei confronti di Android e (in parte) di iOS4.
    Rimane fondamentale la mancanza di copia/incolla però.

    D'accordissimo sul sistema delle notifiche (tra l'altro il sistema dei dialoghi modali su iPhone è letteralmente raccapricciante).

    RispondiElimina
  8. LcK,

    >Tuttavia, il "tombstoning" per come è
    >implementato ora (credo sia funzionalmente
    >equivalente a quello del iOS3)

    No, il tomstoning e' completamente diverso da iOS 3 e non perde affatto lo stato, anzi il punto di forza e' proprio che ne garantisce la conservazione, mentre su iOS 3 e' a carico dell'applicazione salvare lo stato ed eventualmente ripristinarlo al riavvio (cosa che fanno pochissime applicazioni).

    Resta il fatto che fino a quando qualcuno non mi porta qualche esempio di assoluta necessita' del multitasking "vero" continuero' a pensare che il tombstoning sia la soluzione ottimale per uno smartphone.

    RispondiElimina
  9. Ho letto ora il link sopra. Penso sia una considerazione corretta. Tra l'altro, come dice anche nell'articolo, è la prima edizione di WP7 e c'è sicuramente tempo per un sistema di "task in background" alla iOS4 in una versione successiva.

    Riguardo al tombstoning, se guardi la documentazione noterai che *è* a carico dell'applicazione: quando si riceve l'evento di sospensione (OnDeactivated mi sembra) si ottiene anche una semplice mappa associativa di valori in cui memorizzare il proprio stato transiente. Tale memorizzazione ed il ripristino è interamente a carico dello sviluppatore ed in quanto tale somiglia vagamente alla gestione di una sessione via HTTP: cioè, non è particolarmente facile da gestire e sono sicuro che assisteremo a molte applicazioni incomplete/malfunzionanti da questo punto di vista. :)
    Non dico che il tombstoning non sia la soluzione migliore, quasi sicuramente lo è da un punto di vista ingegneristico per i tempi di sviluppo. Rimane una limitazione del OS. Vedremo in futuro quanto sarà percepita o meno.

    Sul copia/incolla: è vero che con l'iPod l'avrò probabilmente utilizzato 4 volte in croce, ma in quelle quattro occasioni il NON averlo sarebbe stato estremamente frustrante (copiare un numero su un foglio di carta? da preistoria!). Mi sembra quantomeno strano che non sia possibile farsi venire in mente un paio di casi d'uso, suvvia: copiare un numero telefonico dal browser, copiare un indirizzo, copiare il testo di un messaggio da un sms ad un applicazione di social networking... di casi d'uso ne esistono un miliardo e non tutti sono risolvibili col sistema attuale (l'identificazione automatica di URL, indirizzi e numeri telefonici nel testo).

    Insomma, ribadisco che nutro grandi speranze per WP7, però è il caso di non farsi accecare modello apple-fanboy nel decretare che tutto ciò che non ci sarà è inutile. Ciò che non ci sarà è stato temporaneamente scartato per motivi del tutto legittimi e comprensibili, ma rimangono lacune della piattaforma che spero vengano colmate.

    RispondiElimina
  10. Lck,
    no, non e' a carico dell'applicazione salvare lo stato, ci sono due metodi che vengono invocati quando l'applicazione sta per essere sospesa e poi ripresa che possono essere usati per salvare in memoria informazioni aggiuntive ma non sono necessari per salvare lo stato.
    L'applicazione viene congelata, poi al risveglio puo', ad esempio, confrontare l'ora per capire per quanto tempo e' stata congelata (ammesso che abbia bisogno di quell'informazione) ma in generale non c'e' niente che vada implementato in quei metodi.
    Sono li' nel caso in cui possano servire per cose extra, non certo per conservare lo stato complessivo dell'applicazione.

    Su WP7 i numeri di telefono vengo riconosciuti e se vuoi chiamarli o aggiungerli in rubrica non serve il copia&incolla ;)
    Un sms puo' essere forwardato all'applicazione di social networking ed eventualemnte editato... come vedi molti casi dove uno pensa serva il copia&incolla non e' nella realta' necessario.
    Alla fine certamente verra' aggiunto, ma come ho scritto, per ora e' una mancanza veniale, non ho mica scritto "o mio dio meno male che non c'e'" ho detto che non e' certo uno showstopper e questo non mi pare affatto un attaeggiamento da fanboy...

    Per il multitasking dedichero un intero post a spiegare le differenze tra WP7 e iOS perche' mi pare che molti aspetti siano fraintesi.

    RispondiElimina
  11. Per quanto ho visto io, lo stato va serializzato manualmente (http://channel9.msdn.com/learn/courses/WP7TrainingKit/WP7Silverlight/ApplicationLifetimeWP7Lab/). WP7 al più si ricorda la pagina (per applicazioni Silverlight 4) nella quale ci si trovava, ma il resto va implementato a mano. Dopo il tombstoning il processo dell'applicazione viene effettivamente terminato (sempre a quanto ho visto online, siccome non ho purtroppo avuto il tempo di fare delle prove con l'emulatore per ora).

    Il sistema di riconoscimento dei numeri lo menzionavo prima, ma dubito che venga applicato a tutte le superfici testuali. E' un workaround che probabilmente funziona nella maggior parte dei casi, ma proprio uguale uguale non è.

    Comunque, chiaramente son d'accordo sul fatto che nessuna di queste lacune sia uno "showstopper". :) Anzi ci sono un sacco di altre feature spettacolari (gli hub ad esempio) che compensano egregiamente per la prima release, per cui rimango totalmente fiducioso. Tra l'altro dopo aver visto il prototipo del Dell... :P

    RispondiElimina
  12. Anch'io penso che Windows Phone 7 diventerà rapidamente un prodotto di massa. Vedo le percentuali di mercato per fine 2011 così: 30/30/15/10/5.

    Android e Windows Phone deterranno un 30% a testa, creando una sorta di piccolo duopolio, non vi sarà un vero e proprio sistema prevalente. A seguire, l'iPhone, che scenderà fisiologicamente ad un 15% più tipico dei prodotti Apple, tradizionalmente di nicchia. Poi il BlackBerry, al 10%. Infine, col 5%, tutte le restanti piattaforme. Se anche Bada di Samsung saprà ricavarsi una sua nicchia, la percentuale dell'iPhone si ritenga scalata di 5 punti.

    Nokia probabilmente sceglierà una nuova via: MeeGo sulla fascia massima, Windows Phone 7 sulle altre fascie (escluse quella bassa e bassissima, prerogative di Serie 40 e Serie 30). Symbian verrà progressivamente abbandonato. Già da fine anno, secondo me, Nokia farà la sorpresa. Da troppo circolano le voci di un Windows Phone di Nokia, sin dai tempi di Windows Mobile 6.1, perché non ci sia qualcosa di vero sotto. Probabilmente faranno in modo di incorporare Ovi nel Windows Phone Marketplace.

    RispondiElimina
  13. Lck, ok ho detto una azzata, e' l'oggetto "sessione" che viene salvato automaticamente ma la singola pagina Silverlight viene ricreata ex novo come se fosse navigata per la prima volta... mi riservo come ho detto di fare un post dedicato sull'argomento ;)

    Per quanto riguarda il sistema di riconoscimento dei numeri o degli indirizzi... non lo chiamerei workaround, lo chiameraei feature molto utile, poi che non copra tutti i casi siamo d'accordo, ma la sua "esistenza" e' una cosa utilissima e decisamente superiore al copia&incolla.

    RispondiElimina
  14. Floo, mi ero dimenticato del BlackBerry per le previsioni... lo vedo in calo, ancora molto forte nel mercato professionale, ma decisamente poco attraente per il consumer a meno di qualche novita' sorprendente che al momento non sembra probabile.

    RispondiElimina
  15. C'è una cosa fondamentale che manca in WP7: i widget dinamici da mettere sul "desktop" del telefono (esempio Twitter o il calendario o lo stato del WiFi). Sembra una stupidaggine, ma alla prova dei fatti sono molto utili per evitare di dover cercare l'app ed aprirla.(scritto in treno da HTC Desire con FroYo)

    RispondiElimina
  16. Dario, i widget dinamici in WP7 diventano applicazioni che trovano sistemazione all'interno di un hub. Se non hanno senso nell'hub allora non hanno senso in primo luogo.
    WP7 non tenta di replicare il desktop dei PC (cosa che come ben sappiamo attravermo WM6 e' un percorso morto) ma inventa per la prima volta qualcosa di totalmente nuovo per "il desktop" degli smartphone.
    Quindi, no non e' affatto una mancanza, anzi in quel senso WP7 e' anni luce avanti ad Android.

    RispondiElimina
  17. Condivido in pieno il post di Enrico. Aggiungo solo che vorrei vedere Windows Phone 7 anche su Tablet!
    Apple dovrebbe solo chiudere baracca e burattini in 6 mesi.

    RispondiElimina
  18. Ho avuto per due anni WM6 ed ora sono passato ad Android, che mi sembra un altro mondo. Forse se WM7 fosse stato già pronto avrei preso quello, ciò non toglie che comunque sarà un prodotto di prima generazione che vorrò veder evolvere. Certo, .NET mi manca su Android...

    RispondiElimina
  19. Dario, certamente WP7 ha margini di miglioramento, ma parte decisamente piu' avanti di quanto non abbiano fatto gli altri.

    iPhone 1.0 era molto piu' immaturo di WP7, basta pensare che era completamente privo di applicazioni terze parti.
    Anche Android appena uscito era parecchio grezzo e per molti versi lo e' tutt'ora.

    Quindi si, WP7 e' al momento solo una prima generazione e sicuramente evolvera', ma la base di partenza e' davvero solida.

    RispondiElimina